18 aprile 2017

Come migliorare la strategia web con il benchmarking competitivo

BePrime | Categoria:

Nel mondo del Web è importante conoscere la nostra posizione e il grado di relazione che abbiamo con gli utenti e con i competitor, con l’obiettivo di approfittare delle opportunità presenti sul mercato e nel contempo scoprire quali sono i punti deboli da migliorare. Per conoscere a fondo la propria presenza nel Web c’è una soluzione: il Benchmarking competitivo.

Cosa intendiamo per Benchmarking Competitivo?

Il Benchmarking competitivo è una tecnica ideata per migliorare la strategia di comunicazione delle aziende. È un processo plurifase continuo che può produrre vantaggi importanti; infatti, si tratta di “controllare” le aziende considerate punti di riferimento per capire al meglio la loro strategia.

Però attenzione, il Benchmarking non significa copiare la strategia di altri, bensì capire quali sono le loro “best practices”.

Grazie all’immensa quantità di informazioni che la rete propone, è possibile accedere a notizie utili per un benchmarking competitivo efficace, anche se l’analisi della concorrenza è un processo lungo e costante.

Come funziona il benchmarking competitivo

  1. Innanzitutto è necessario definire temi specifici affinché non siano presenti troppe informazioni da analizzare;
  2. capire quale siano le figure più influenti nel settore, per esempio coloro che parlano dei nostri concorrenti;
  3. monitorare poi il brand, i prodotti, gli hashtag ecc;
  4. successivamente le informazioni vengono analizzate, seguendo un piano d’azione preciso. Un benchmarking competitivo può aiutarci a prendere le giuste decisioni per una strategia di comunicazione risolutiva;
  5. infine è bene condividere i risultati, creando contenuti interessanti e attinenti.

Prima di cominciare qualsiasi progetto, però, è importante avere le idee chiare sui possibili vantaggi e svantaggi!

Quali sono i vantaggi del Benchmarking competitivo?

Questi sono i vantaggi di un’attività di monitoring dei competitor:

  1. l’opportunità di confrontarsi con le aziende presenti sul mercato e migliorare le proprie capacità;
  2. la possibilità di avere uno stimolo continuo grazie al mercato che è sempre in costante evoluzione;
  3. la capacità di generare esperienza velocemente e stimolare la creatività.

Purtroppo sono presenti anche svantaggi derivanti dal benchmarking competitivo.
Innanzitutto è un processo che richiede tempo, diverse risorse e specifiche competenze. Inoltre il rischio è che tale attività diventi una semplice comparazione di casistiche, senza che avvenga una reale analisi delle cause.

share this on...